Fanciullo Azzurro (1972)

fanciullo azzurro.jpg

per un dipinto di Fratticci

Fanciullo azzurro che lo sguardo affiggi

dove tristezza sembra che ti chiami

e d’altri accenti non senti i richiami

perché sol d’essa specchio ti prefiggi

 

in quell’età che rende scarno il volto

tal contegno sarebbe in rispondenza

ma del sorriso mostrare l’assenza

quando dovresti essere travolto

 

dalla luce che ti risplende intorno

fiera di dare vista a tua bellezza

è circostanza che tradisce storno

 

dei beni ricevuti con larghezza

dalla natura in quel felice giorno

in cui di vita ti diede fattezza.

 

 

Ezio Zaino

da “L’ombra del corpo”

Edizioni Lepisma - Roma 2006

"Giovane 1996"

Dorian Gray

dipinto di Fratticci

gobbo.jpg

Da uno degli ingressi della stanza

filtra una luce che investe il volto

di giovane dallo sguardo rivolto

a me di fronte con ferma costanza.

In ogni altra parte notte serba

il suo colore scuro a tutta gloria

di quel viso che senza fredda boria

mostra di sua giovinezza l'acerba

estate. che questa tela non celi

misterioso incanto, e giorno a venire

della vecchiezza il salto non riveli

è l'augurio che svelto m'urge indire

a sua e mia pace. I lunghi steli

dei bianchi gigli non debbon perire.

Popoli 5 Giugno 2010

Ezio Zaino

da "Un Cesto di Viole"

Edizioni Lepisma - Roma 2010